• Sort Blog:
  • All
  • aperitivo treviso
  • bar Treviso
  • Eventi Treviso
  • home-festival
  • migliori bar
  • musica treviso
  • osteria Treviso
  • parlano di noi
  • Senza categoria
  • vino treviso
Cosa fare a Treviso durante l'home festival

Cosa fare durante l’Home Festival – il “Fuori Home Festival”

“il Fuori Home Festival”
cosa fare a Treviso durante l’Home Festival ?

evento collaterale HOME in Borgo Mazzini https://www.facebook.com/events/1598730137093689/ .

Qui ogni sera c’è un set con musica e apertivi gestiti dal botte

 

Hub SUN68 è l’evento collaterale di HOME FESTIVAL, fulcro, cuore di una rete pulsante che collega infinite linee di trasmissione. Hub è Arte, Hub è Musica, Hub è Fotografia.

Ecco cosa fare a Treviso ! Come per la Fiera del Mobile di Milano con il suo “Fuori Salone” anche l’Home Festival ha voluto arricchire il programma e gli eventi nel suo “Fuori Home Festival”

Ecco quindi una selezione di eventi, mostre e set musicali per tutti i gusti . Il Botegon partner dell’Home Festival sarà lieto di ospitarvi nel suo Stand durante la durata di tutto il Festival

HUB SUN68 ALCUNI APPUNTAMENTI

Dal 29 agosto al 4 settembre Ex ISRAA, Borgo Mazzini 27, Treviso.
IL PROGRAMMA:
○ Obey Giant Exhibit
○ Hey Ho Lets Go – I Ramones ed i 40 anni del Punk
○ “Art Guitar” le chitarre d’artista – esposizione a cura di Treviso Comic Book Festival
○ La mostra di “cassette di carta” a cura di This Is Not A Love Song
○ Lercio
○ Lahar Magazine
○ Lo psicologo del rock
○ Workshop MARKETERs Academy “Music Marketing”

(Programma in dettaglio a questo link: http://www.homefestival.eu/it/hub/ )

HUB SUN68

Antica Osteria Al Botegon è partner tecnico e rivenditore ufficiale dei biglietti per
l’Home Festival.
Per maggiori info rivolgiti allo staff.

home Festival treviso

Home Festival 2016
Treviso 1-2-3-4 Settembre

There’s no place like Home!

DILETTO_VENETO

8 problemi che devi affrontare se hai l’accento veneto

Riportiamo un articolo apparso su Cosmopolitan a proposito delle origini trevigiane… Il veneto è tutelato come “lingua” dall’omonima Regione. E vi sveliamo un segreto… in posti come l’Antica Osteria “Al Botegon” parlare dialetto veneto, fa sentire  davvero come a casa propria!

1. Ti mangi un sacco di doppie (ma non ingrassi). A colazione mangi late e biscoti. Adori la bisteca e il risoto. Ti piace da morire la pasta col tono. E tutti ti prendono in giro! Ma con simpatia.

2. Sembri appena sceso da un trattore. O da una gondola, a seconda che tu provenga dall’entroterra o dalla laguna.

3. Non fai niente per nasconderlo. Infatti appena scambi due parole con uno sconosciuto questo ti chiede subito «Sei veneto?». E tu vorresti rispondergli: «Ma dai, sei un genio! Io non ci sarei mai arrivato!».

4. Ti scoccia tantissimo quando le persone non capiscono da quale città provieni. Io vengo dalla provincia sud-est di Verona, quindi ho una leggera inflessione vicentina con una lievissima nuance emiliana. Azzeccarla è abbastanza difficile, me ne rendo conto. C’è chi ci va vicino, azzardando Padova o Vicenza. Il veneziano è una lingua a sé. Rovigotto e Trevigiano sono molto diversi dal veronese. E chi spara Bergamo o Brescia, che sono in Lombardia?!

5. Quando ti arrabbi il tuo accento si sente fortissimo e devi sforzarti per tenere sotto controllo il dirty talk. Specialmente se parli a voce molto alta. A volte senza rendertene conto, ti esprimi come uno scaricatore di Porto Marghera (con tutto il rispetto per gli amici scaricatori). Se ti metti a discutere in dialetto usi l’improperio come intercalare e i santi del paradiso sono sempre nei tuoi pensieri…

6. I ‘non-veneti’ imitano il tuo accento. Una persecuzione! Quando ti dicono“Ostreghéta!” oppure “Struca el botòn” (cit. Mara Venier) pensando di fare i simpatici e tu vorresti sotterrarti, o sotterrarli…

7. Le persone che hanno parenti veneti ti ammanniscono con le canzoncine tradizionali, per farti vedere che le sanno anche loro. La peggiore di tutte è “La me morosa vecia, la tengo per riserva…” PER RISERVA!?! Ti rifiuti di cantarla per quanto è sessista! E la povera tizia del mazzolin di fiori che aspetta il suo “moreto, questa sera quando el vien” e alla fine lui va dalla Rosina! Una canzone straziante. L’unica carina è quella che mi canta il beauty editor di Cosmo, che è stato sposato con una veneta (ciao Marisa!): “Me piase i bigoli co’ le luganeghe!”. Quella fa sempre ridere e dice una grande verità. I bigoli con le luganeghe dovrebbero essere dichiarati Patrimonio dell’UNESCO.

8. Hai la fama di alcolista. TOTALMENTE IMMERITATA. Ok, è inutile fingere: se anche tu come me vai a propulsione di Prosecco (pronuncia: bianchéto) e certi venerdì sera ti berresti anche l’acqua delle fioriere, sai di cosa sto parlando. La fama è alimentata dalla tua predilezione per le metafore a sfondo alcolico. “Parlar con tì l’è come fare el mojito coi molesini” (Parlare con te è come fare il mojito con il songino”). Che espressione meravigliosa!

Link articolo

Articolo di di Gaia Giordani

 

E voi, avete mai avuto problemi con il vostro accento veneto…? Noi dell’Osteria Al Botegon saremmo molto curiosi di saperlo!
E allora, raccontatecelo!

homefestival2016

Home Festival a Treviso: 1, 2, 3, 4 settembre 2016

Home Festival 2016
Zona Dogana – Treviso – IT

 

hf

 

Anche quest’anno la prima settimana di settembre, Treviso si tinge di Musica, Arte e molto alto ancora…

Dall’1 al 4 settembre con l’Home Festival: 4 giorni di musica e arte, 10 palchi, oltre 170 show e più di 36 band al giorno in un’area di 100.000 mq. Arte e letteratura, buskers, danza e spettacoli circensi, performance artistiche, mostre, conferenze aperte e grandi e piccini, oltre a un’area grandissima con ristoranti e un wine bar.

IL PROGRAMMA:

Giovedì 1 settembre. Si esibiranno gli Editors, I Ministri, i belgi 2ManyDjs, la indie band I Cani, Selton, Dardust, Yakamoto Kotzuga, Vettori e Jaselli.

Venerdì 2 settembre: Inizieranno la serata i Prodigy, a seguire la reggae band Alborosie&The Shengen Clan, Dub Fx, i Pendolum, Il Teatro degli Orrori, Rumatera e Après La Classe.

Sabato 3 settembre: Si esibiranno Martix Garrix, gli Eagles of Death Metal, Fabri Fibra, Salmo, gli Enter Shikari, Gemitaiz con Fred De Palma, Jauz, Bruno Belissimo, Iosonouncane, Machweo e i While She Sleeps.

Domenica 4 settembre. Gran finale con Max Gazzè, Vinicio Capossela, i 2Cellos, Benji&Fede, Coez, i Landlord, i Dubioza Kolektiv, gli Espana Circo Este, i Be Forest, Ghali, i Rio Izi, i Funkasin Street Band e Christian Effe.

Info e Contatti: 04221562547 – info@homefestival.eu

 

Antica Osteria Al Botegon è partner tecnico e rivenditore ufficiale dei biglietti per
l’Home Festival.
Per maggiori info rivolgiti allo staff.

 

home Festival treviso

 

Home Festival 2016
Treviso 1-2-3-4 Settembre

 

There’s no place like Home!

The-Artesian-BarNo1

I 10 migliori bar del mondo

 Gli esperti stilano la top ten dei migliori bar del mondo

 

Non siete curiosi? Magari potreste trovarvi in vacanza proprio in una delle città dove sono presenti questi bar esclusivi… E allora, continuate a leggere!

 

(La classifica di seguito riportata si riferisce all’anno 2015)

 

1- Avete mai sentito parlare dell’Artesian bar (Londra)?

migliori bar mondo

La capitale inglese si conferma ancora una volta la regina della mixologist, e l’Artesian bar ne è il re indiscusso!
Questo locale, situato presso il Langham Hotel, resta al primo posto della classifica dei 10 migliori bar al mondo.
I drink sono un esperienza polifonica, totale, oltre ad essere buoni, sono belli da vedere e da toccare e spesso profumati. Non vi basta? Dicono che l’accoglienza dell’Artesian sia davvero memorabile!

 

2- Il secondo posto va al The dead rabbit grocery and grog (New York), merito di un’attenzione maniacale a ogni dettaglio, e all’avere aggiunto cocktail sofisticati ai tradizionali drink da pub.

migliori bar mondo 2

I menù, dieci cocktail che cambiano ogni tre mesi, sono diventati oggetti da collezione.
La Tap Room è un tipico pub irlandese, con il bancone di legno, la segatura per terra e centinaia di foto in bianco e nero appese alle travi del soffitto.
Per chi ama il whisky irlandese, in lista ce ne sono 120.
Ottimo bar per l’inizio di una serata che non finirà di stupirvi.

 

3- The Nightjar (Londra)

migliori bar mondo 3

E’ il luogo ideale per sperimentare nuovi sapori e gustare cocktail originali e ricercati, che si affiancano ai grandi classici da bar.
Una caratteristica particolare del menù è la suddivisione della lista dei drink disponibili in epoche storiche (pre-Proibizionismo, dopo-guerra ecc.), creando un vero e proprio percorso spazio-temporale basato sulla scoperta delle ricette originali targate ‘Nightjar’ e dei liquori storici più ricercati.

 

4- American Bar (Londra)

migliori bar mondo 4

L’American bar dell’hotel Savoy è tra i locali che hanno fatto la storia, adorato da Frank Sinatra e da numerose altre celebrità.
Il Savoy cocktail book scritto da Harry Craddock nel 1930 è una bibbia della miscelazione che continua ad essere ripubblicata. Attualmente in questo locale c’è uno staff attentissimo che, giorno dopo giorno, aggiunge alla storia il proprio capitolo.

 

5- 28 Hong Kong street (Singapore)

migliori bar mondo 5

Il primo bar asiatico della classifica dei magnifici 10 è a Singapore, il 28 HKS. Tra le virtù del locale, oltre allo staff “residente”, il fatto che sia sempre al centro delle tournée dei più scintillanti bartender del mondo. Insomma, una visita al HKS rischia sempre di trasformarsi in una sorpresa.

6- Connaught bar (Londra)

migliori bar mondo 6

Un altro tempio londinese del bere eccelso, il Connaught bar, si incarna in Ago Perrone, già miglior bartender del mondo nel 2015.
In un sontuoso contesto Art Decò, i drink che arrivano al tavolo danno un nuovo volto anche ai superclassici: provare, per credere, il Bloody Mary. I Martini sono preparati al tavolo con un trolley.

7- The Jerry Thomas project (Roma)

migliori bar mondo 7

La prima gloria nazionale a comparire tra i best bar è lo speakeasy di Roma. Dedicato al padre della mixologia americana, il locale è gestito da uno staff che non si stanca mai: organizzano conferenze, fabbricano due tipi di gin e il Vermouth del professore, ne inventano di nuovi ogni settimana. Ma attenzione, è uno speakeasy: per entrare bisogna seguire le regole.

 

8- Tales & spirits (Amsterdam)

migliori bar mondo 8

Pazzo sarebbe chi, passando per Amsterdam non si fermasse al Tales & Spirits. Non solo per la creatività dei drink che vale la pena di provare, ma anche per il cibo! Entrembi prevedono spesso erbe fresche e magari olio di oliva… La peculiarità del locale è anche il fatto di sembrare un ‘museo di attrezzature da bar’ di ogni epoca,  è decorato infatti con antichi armamentari per cocktail, come teiere e brocche che venivano usati negli USA durante il Proibizionismo. Il simbolo del locale è un meraviglioso lampadario di cristallo, ed il motto: “ci piaci così come sei!”.

 

9- Ruby (Copenhagen)

migliori bar mondo 9

Un palazzo del 1740 nel cuore della vecchia Copenhagen, poltrone di cuoio, marmi, un’atmosfera elegante e ovattata. Il Ruby offre soprattutto i grandi cocktail classici, anche se non rinuncia a proprie invenzioni a base di bacche ed erbe danesi. Una fermata davvero di classe.

 

10- Nottingham forest, Milano

migliori bar mondo 10

Il Nottingham è il tempio di quell’inventore e alchimista di Dario Comini. Viaggiatore, curioso, bar-chef appassionato. Ogni volta che si varca la porta del suo locale è un’avventura in un mondo di sapori che nemmeno ci si immaginava di poter assaggiare…

 

Vi abbiamo presentato la top ten dei migliori bar del mondo, chiedendo consiglio ai bar tenders del momento. Ma dovete sapere che ci sono anche numerosissimi cocktail da scoprire, alcuni davvero molto molto strani. Vi lasciamo con la curiosità di sapere quali sono e dove trovarli. Seguite il nostro Blog “dea porta” e i nostri prossimi articoli!

(Articolo tratto da diverse fonti, riadattato e modificato: vanityfair.itworlds50bestbars)

 

Ah, ci stavamo quasi dimenticando…

11- Antica Osteria Al Botegon (Treviso)

locali treviso

E’ fuori dalla Top 10, ma è un locale che non possiamo non consigliarvi se passate per il centro di Treviso… In questa osteria, tra uno spritz e un’ombretta cominciano le serate!
All’ora dell’aperitivo, non c’è in città un locale che offra la vitalità del Botegon! Ottima scelta di vini veneti in mescita, ode al prosecco dal Millesimato, all’ Extra dry e Brut. Oltre 20 birre artigianali scelte: su tutte, Baladin, Pedavena Centenario e 32. Trovate anche liquori e distillati premium, fra cui alcune ottime grappe nostrane, nonché rum invecchiati serviti con cioccolato e zucchero di canna. E se avete un certo languorino… La vetrina dell’Osteria Al Botegon è piena di squisiti ciccheti!!

Antica Osteria Al Botegon
Vi augura Buone Vacanze! 

(CHIUSURA PER FERIE DALL’8 AL 18 AGOSTO)